Valentino contro gli influencer: “Propongono scelte ridicole e sbagliate”

In una lunga intervista al Messaggero, Valentino ha ripercorso le tappe della sua carriera, il suo rapporto con Internet e la gente e ovviamente la sua opinione sugli influencer.

Valentino Garavani

Valentino ha una sua idea sulla moda, che si scontra decisamente con il ruolo delle nuove generazioni di influencer. In una lunga intervista al Messaggero, durante cui ha raccontato la sua carriera non si è lasciato sfuggire l’occasione per dire la sua, senza mezzi termini.

“La bellezza è ovunque. Bisogna che il proprio stile vinca sulla volgarità: questo incredibile mercato del cattivo gusto si infiltra sempre più nel mondo dei giovani, grazie agli influencer che propongono scelte ridicole e sbagliate”.

Insomma, il grande stilista, ambasciatore nel mondo dello stile italiano, non condivide lo streetwear, soprattutto quando è utilizzato solo per farsi vedere e non come mezzo per dare dei consigli legati allo stile, alle tendenze e soprattutto al buon gusto.

Lapidario anche sul suo profilo social. In molti lo hanno definito influencer perché ha tantissimi follower, esattamente, 1,4 milioni.

“No, non voglio essere chiamato così e ci sono influencer e influencer. Per esempio, sono amico di una incredibile stylist, Olivia Palermo. La sua capacità di mischiare vari pezzi è straordinaria e merita il successo che ha”.

E ha anche ammesso:

“Non sono io dietro quel profilo, naturalmente. Però mi piace sapere dei commenti alle foto che l'ufficio mette su Instagram. Mi fa sentire vicino alla gente”.

Valentino Garavani, 87 anni, ha lasciato la direzione creativa della casa di moda da lui fondata 45 anni prima nel 2007. È sicuro del suo percorso: nella vita non avrebbe potuto fare altro.

  • shares
  • Mail