Milano Moda Donna, il bon ton di Luisa Beccaria per la primavera estate 2020

La donna di Luisa Beccaria è l’eleganza fatta persona e per la primavera estate 2020 ci dà una lezione di stile

C’è stato un qualcosa di poetico nella sfilata di Luisa Beccaria, che ha presentato ieri in via Palestro la primavera estate 2020 durante la Milano Moda Donna. I suoi abiti hanno un tocco di leggero, forse grazie all’ambientazione sul pranto tanto che sembra di essere di essere stati avvolti in un’atmosfera molto francese in stile Déjeuner sur l'herbe.

Invece, ci troviamo in centro a Milano, in una giornata dal clima strano. Non fa caldo, non fa freddo, è comunque afoso. Quando entrano le modelle, così eleganti con gli abiti bianchi in pizzo sangallo, le bluse con maniche a palloncino a tre quarti, le gonne a corolla, tutto si dimentica. È l’incanto.

Luisa Beccaria ci regala una lezione di stile e onestamente nell’ultimo periodo è molto difficile trovare un designer che sia in grado di ricordare che cosa sia il buon gusto. Il coloro principale è il bianco, spesso declinato in sfumature romantiche come panna, crema, écru, rosa, e poi dominano le fantasie a fiorellini, che fanno molto Provenza.

Molto belli (e moderni) i plissé, le cinturine in vita, le chemisier leggere di pizzo. La donna di Luisa Beccaria è sofisticata, ma sa anche vestirsi in modo sportivo: gonfino legato sulle spalle, fascia tra i capelli per quella che potrebbe essere un partita a tennis nel Giardino dei Finzi-Contini.

  • shares
  • Mail