Dolce&Gabbana condannati a risarcire Maradona

Maradona ha vinto la causa contro Dolce&Gabbana: la maison è stata accusata di aver usato senza permesso il nome del calciatore a fini

Si chiude finalmente una brutta disputa tra la famosa maison di moda, Dolce&Gabbana, e la gloria del calcio napoletano e argentino, Maradona. Dolce&Gabbana srl è stata condannata dal Tribunale civile di Milano a versare a Diego Armando Maradona 70mila euro di risarcimento (pare che il calciatore avesse chiesto un milione di euro), oltre agli interessi legali, per la "indebita utilizzazione" e l'indebito "sfruttamento a fini commerciali del nome" del Pibe de oro.

Durante un evento a Napoli nel 2016 una modella ha sfilato con una maglia azzurra simile a quella del Napoli e che riportava il nome di Maradona sopra il numero 10. La giudice Paola Gandolfi ha dichiarato:

“Il nome di Maradona veicola (...) particolari suggestioni di fascino storico e di eccellenza calcistica e non può essere consentito a terzi imprenditori di farne uso alcuno, senza il consenso dell'avente diritto".

Il campione argentino è stato assistito nella causa dagli avvocati e professori Ulisse Corea (Studio Marini), Antonio Tigani Sava e Luca Albano. Maradona ha dichiarato:

«Pur conservando per il loro lavoro stima e considerazione sono stato costretto a tutelare i miei interessi violati da una politica di marketing speculativo da parte degli stilisti».

  • shares
  • Mail