Il gentiluomo country di Etro per l'autunno-inverno 2020-2021 al Milano Moda Uomo

La sfilata Etro per l'autunno-inverno 2020-2021 al Milano Moda Uomo, un gentleman country tra passato e presente.

Etro presenta la sua nuova sfilata sulle passerelle Milano Moda Uomo e porta in scena una collezione bellissima e raffinata, uno stile classico impreziosito da tanti dettagli bohemienne. Il direttore artistico Kean Etro porta in passerella un uomo elegante e chic, un gentiluomo country, che veste in modo impeccabile e con disinvoltura porta avanti le storiche tradizioni di famiglia.

La silhouette dell’uomo Etro autunno inverno 2020 2021 è molto classica e ispirata al viaggio, con contaminazioni del mondo equestre e dettagli che regalano gentilezza. In questa sfilata si respira la famiglia Etro, quel senso di protezione che regala una famiglia grande e solida e che in passerella viene tradotta nelle mantelle, nelle coperte e nei capispalla oversize, che proteggono, avvolgono e permettono di andare a testa alta in giro per il mondo.

La sfilata Etro è un mix di passato e presente ed è bello vedere che Kean Etro ha voluto rafforzare il suo lavoro aggrappandosi ai capisaldi della sua storia. Ad esempio con l’utilizzo del paisley, dei tessuti decorati, della pelle e di quell’eleganza equestre che è ormai un marchio di fabbrica. Tra i look in passerella troviamo delle camicie con disegni gentili ed eleganti, stampe classiche della moda maschile, come il tartan o i quadretti, abbinati a elementi più innovativi e poi giacconi in pelle e giacche sartoriali che riportano alla storia del brand.

Tra gli elementi più particolari e degni di nota ricordiamo gli stivali portati dentro i pantaloni che è un inno alle origini equestri, le cinture con il logo dove il cavallo viene trasformato in una creatura alata e i bellissimi cappotti in tessuto di lana con stampa check proposti in vari colori e modelli che fanno da tramite tra passato e presente.

Kean Etro ha dichiarato:

“Raccontare il patrimonio delle storie dei nonni e delle nonne, i legami con la famiglia, con la terra, con la natura. Il bisogno di riferirsi agli antenati per me è quello di rendere il prodotto che creo più coerente con la storia dell’essere umano. Che cos’è, in fondo, la coperta di Linus se non la sua protezione e il racconto di se stesso?”

Kean Etro
  • shares
  • Mail