Tornare bambini secondo Gucci: la sfilata autunno-inverno 2020-2021 al Milano Moda Uomo

Alessandro Michele presenta al Milano Moda Uomo la nuova collezione Gucci autunno-inverno 2020-2021, un ritorno all'infanzia mai accaduta.

Gucci chiude il Milano Moda Uomo e ci presenta la sua nuova collezione menswear per l’autunno inverno 2020- 2021, una linea un po’ emblematica, senza confini e che apre le porte dell’universo maschile a tante nuove possibilità. Alessandro Michele azzarda a una moda senza etichette e senza vincoli, ci riporta a quando da bambini non avevamo obblighi verso niente e nessuno. Crescendo è inevitabile che ci si scontri con le imposizioni del nostro genere: questo si, questo no, azzurro si, rosa no (e viceversa). Per tanti va bene così, per tanti altri queste imposizioni sono come una gabbia e Alessandro Michele intende liberarci tutti…

La sfilata uomo di Gucci per l’autunno inverno 2020- 2021 è una sintesi di tutto questo, non ci sono regole e ognuno può indossare quello che vuole, quello che lo fa stare bene. Ci sono i maglioncini con la pancia di fuori e i jeans lunghi strappati, i pantaloni del vestito sia nella classica versione lunga che in quella corta come i bimbi dell’asilo. Ci sono i completini da marinaretto con i pantaloni a tre quarti e la giacca a doppio petto, ma anche tante camicie con stampa check, tanti cappottini di lana con trama tartan e giacche oversize.

Gli uomini indossano piumini con stampa floreale e cappottini in azzurro chiaro con i profili blu scuro, i calzettoni sotto il ginocchio e i guanti in macramè. C’è tanto estremismo in questa collezione, capi e abbinamenti che così composti non so se li vedremo in giro, ma che fanno fare un tuffo al cuore al fanciullino che è dentro di noi.

Alessandro Michele ha dichiarato:

“In questo show ho immaginato di tornare un po’ bambino, di tornare all’infanzia. Il momento della nostra vita dove siamo più liberi, senza etichette. Incarnano questa allegoria sull’infanzia. Con mise che ho portato quando ero bambino e pettinature da rockabilly per entrare in una dimensione iper romantica”.

Alessandro Michele
  • shares
  • Mail