Il bon ton di Chanel alla Parigi Haute Couture per la primavera estate 2020

L'alta moda parigina accoglie a Paris Haute Couture la sfilata Chanel demi amish per la primavera estate 2020

Una collezione che ha il profumo del classico, quasi dell'agée, quella portata sulle passerelle dell'alta moda parigina da Chanel per la primavera estate 2020. L'anima bon ton si vede, come se Coco non fosse mai andata via, ma non manca anche qualche tratto di distacco e il racconto di una storia che pare venire da molto lontano.

Lo stile della linea vista nel secondo giorno di Paris Haute Couture è un incontro non proprio chiaro fra quello dei padri fondatori americani del 1700 (o per meglio dire le madri fondatrici) e un mood più giovane e fresco, fatto di tessuti fiorati, di tailleur dal taglio classico Chanel in piacevoli tonalità misto pastello. Il limite sarà nostro, ma la predilezione va a questo carattere più contemporaneo.

Non ce ne voglia il marchio francese, ma le aspirazioni demi amish di alcuni abiti, limite nostro, abbiamo proprio fatto fatica a giustificarle. Invece, per somma gioia degli occhi, molti modelli hanno ottenuto plauso e la nostra più completa approvazione. Uno su tutti, il delizioso bustier con gonna a balze e fantasia di fiori, che ci ha fatto dimenticare per un attimo Gigi Hadid in versione signorina Rottermeier e così sia.

Eleganza
7

Originalità
9

Tavolozza di Colori
7.5

Sensualità
7

Vestibilità e taglio
7

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail