Victoria Beckham, raffinatezza e ribellione per l'autunno inverno 2020-21 alla London Fashion Week

Victoria Beckham presenta alla London Fashion Week la nuova collezione autunno inverno 2020-2021, una sinfonia di raffinatezza e ribellione.

Le basse temperature inglesi non hanno in alcun modo scalfito il successo della London Fashion Week che ha brillato, ispirato e ammaliato migliaia di persone. Uno degli appuntamenti più importanti è quello con Victoria Beckham che conferma di anno in anno la sua bravura e il suo stile minimal, elegante e contemporaneo. La sfilata di Victoria Beckham è andata in scena nella Banqueting hall di Whitehall, il palazzo rinascimentale fatto costruire nella prima metà del 1600 da re Carlo I, una location stupenda e prestigiosa che ha dato un valore aggiunto allo show.

In prima fila nel front row, ad applaudire la mamma c’erano Romeo, Cruz e Harper insieme a David Beckham, accanto a loro - come sempre – Anna Wintour.

Le modelle hanno sfilato su un pavimento luminoso su cui si specchiavano il soffitto a cassettoni con le grandi tele di Rubens, un’atmosfera bellissima che ha reso il défilé ancora più magico. La sfilata è semplice e ricercata, in passerella troviamo capi che tutte noi potremmo indossare nella nostra vita (magari non tutti i giorni!), ci sono cappotti in lana e gonne corte portate con gli stivali, tanti capi knitwear, capospalla a trapezio. Uno dei punti di forza è la maglieria, in shetland o cashmere, nei colori autunnali e con irriverenti oblò sulle braccia e nei polsi.

Victoria Beckham, alla fine della sfilata, ha dichiarato: "Questa stagione ho voluto riflettere sulla tensione tra raffinatezza e ribellione. Mi sono ispirata a donne diverse, con caratteri e attitude che variano. Il mio brand sta vivendo una fase entusiasmante. Siamo da poco partiti con lo skincare che abbiamo usato nello show. Un modo per valorizzare l’individualità di ogni donna”.

Eleganza
8

Originalità
8

Tavolozza di Colori
8

Sensualità
7.5

Vestibilità e taglio
9

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail