Niente Milano Moda Uomo a giugno causa Coronavirus: a settembre calendario unico donna uomo

L'emergenza pandemia Coronavirus COVID-19 fa slittare il calendario delle sfilate di giugno

Milano sfilate 2020

La pandemia da Coronavirus COVID-19 sta mettendo alle strette anche il mondo della moda, che già a febbraio aveva programmato una Fashion Week a porte chiuse e che adesso, per le passerelle maschili, è pronta a fare retromarcia e a far slittare tutto a settembre. A dirlo è il Presidente dalla Camera Nazionale della Moda, Carlo Capasa, che ha annunciato un calendario unico donna e uomo in occasione della kermesse milanese di fine estate.

Ma la moda uomo sembra destinata ad altre date non solo su suolo meneghino, in quanto anche Pitti Immagine a Firenze è a rischio. La 98° edizione del salone internazionale fiorentino, che avrebbe dovuto avere luogo dal 16 al 19 giugno prossimo, è infatti in forse e Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, non si sbilancia in merito, almeno per il momento:

A oggi aspettiamo il Consiglio di amministrazione di Pitti Immagine previsto per il 2 aprile 2020 per prendere delle decisioni. La data era stata fissata prima dell’annuncio del blocco legato al Decreto del Governo. L’abbiamo mantenuta lo stesso. Siamo su una barca in tempesta, ma siamo organizzati per attraversarla. (...) Va da sé che la tutela della salute di tutti è posta come primo pensiero

Raffaello Napoleone

E dicevamo, quindi, a giugno il fashion world, con molta probabilità, si blocca in toto, in attesa di tempi migliori. In Italia la Fashion Week maschile si sposta e quasi certamente anche l'Haute Couture romana e parigina, previste per luglio, dovranno fare un passo indietro, aspettando che la situazione sia tornata nei margini per poter far sfilare l'alta moda in pubblico.

Di sicuro Capasa, tanto è fermo sulla decisione del calendario him her per settembre 2020, tanto fa sperare che, con l'aiuto della tecnologia, a giugno qualcosa delle ultime collezioni possa essere svelato. Milano Moda Uomo era prevista per il 19 e fino al 23 giugno, ma se anche non fisica, la passerella potrebbe essere virtuale:

Stiamo pensando a nuove e alternative. Modalità di incontro per dar vita, nei giorni previsti da Milano Moda Uomo, dal 19 al 23 giugno 2020, a soluzioni come piattaforme b2b e b2c a beneficio dei brand, delle aziende del lusso e di tutti gli addetti del settore. Massimo sforzo per avere le collezioni pronte per giugno per far partire un nuovo tipo di campagna vendite. E gli 800 show room presenti a Milano ne saranno parte attiva

Carlo Capasa

Restiamo in attesa di novità in questa direzione.

Via | Corriere della Sera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail