Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Gruppo Calzedonia, dona indumenti intimi per i ricoverati Covid-19

Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Gruppo Calzedonia, dona indumenti intimi per i pazienti ricoverati in ospedale a causa del Covid-19.

Intesa Sanpaolo e Gruppo Calzedonia

In queste settimane i gesti di solidarietà ormai non si contano più ed è bello vedere come tante aziende, più o meno grandi, si stanno attivando per aiutare le persone in difficoltà. Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il Gruppo Calzedonia, ha regalato indumenti intimi ai pazienti malati di Covid-19 e ricoverati in ospedale che non possono avere aiuti dalle famiglie. Un gesto bellissimo per dare un po’ di serenità a chi è costretto in un letto in ospedale ed è completamente solo.

La situazione che stiamo vivendo è grave e dolorosa, i pazienti ricoverati sono soli e spesso i familiari non possono portare nulla in ospedale perché anche loro sono malati o in quarantena domiciliare. Intesa Sanpaolo pensa a queste persone e ha distribuito ben 11 mila indumenti intimi in vari ospedali della Lombardia e del Veneto, che sono le zone in cui il virus si è diffuso di più e più velocemente.

I capi sono stati in parte donati da Calzedonia e in parte acquistati da Intesa Sanpaolo, un modo per sostenere l’azienda e aiutare le persone più sole e sfortunate.

Le donazioni sono state fatte nei seguenti ospedali : Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Spedali Civili di Brescia, Ospedale di Cremona, di Oglio Po e Nuovo Robbiani di Soresina in provincia di Cremona, Azienda Ospedale - Università di Padova.

Questa iniziativa fa parte del progetto "Golden Links: i legami sono oro" che Intesa Sanpaolo ha sviluppato in collaborazione con la Caritas Italiana e S-Nodi, la biancheria intima noi la diamo per scontata, ma pensate di non averla e non poterla acquistare. E pensate a quanto sarebbe difficile anche doverla chiedere… Questa iniziativa è nata due anni fa e Intesa Sanpaolo ha distribuito in Italia ben 114 mila indumenti. Nel 2018 ha donato anche 8,7 milioni di pasti, 131 mila farmaci e assicurato 519 mila posti letto.

Un impegno concreto e costante che proseguirà anche nei prossimi anni e che mira a sostenere i cittadini più sfortunati e in difficoltà.

Foto | Facebook Calzedonia

  • shares
  • Mail