Cosa cercano le donne in un costume da bagno? Cosa guardano? Deve valorizzare il corpo chi lo indossa, farci sentire carine e deve essere anche comodo e confortevole, se oltre a tutto questo può anche sostenere qualche buona causa è anche meglio. I costumi da bagno Ruby Love sono belli, seducenti e comodi, sono pensati da una donna e per le altre donne e hanno senza una marcia in più.

Questa marcia in più è una tecnologia intelligente, in attesa di brevetto, che permette di avere dei tessuti al massimo assorbimento che promettono di proteggerci da macchie e perdite, anche durante le mestruazioni. I costumi sono realizzati da un mix di nylon-spandex che nei bordi presentano anche una rete dri-tech, che trattiene le perdite da tutti i lati. Questi costumi hanno un potere assorbente pari a quello di tre tamponi e, se non dovesse bastare, si possono anche inserire dei cuscinetti lavabili a doppia faccia.

I costumi Ruby Love sono inclusivi e le taglie vanno dalla XS alla 3XL, si adattano a tutti i corpi, valorizzano i pregi e nascondono i piccoli difetti. Questi costumi sostengono anche il movimento Black Lives Matters hanno registrato il boom delle vendite proprio a maggio, durante il picco delle proteste.

Il brand Ruby Love è stato fondato da Crystal Etienne, una signora afroamericana e mamma di due ragazzi che dopo aver aiutato la figlia ad affrontare le prime mestruazioni ha deciso di sposare questa causa e aiutare tutte le donne. Il progetto è iniziato nel 2016 con il lancio di PantyPro, che poi nel 2019 è stato chiamato Ruby Love.

Questi costumi non si devono per forza indossare con il ciclo, ma possono dare sicurezza se le mestruazioni arrivano all’improvviso, oppure nei primi o negli ultimi giorni. Il catalogo è ricco di modelli e fantasie, ci sono bikini, costumi interi e trikini disponibili in vari colori, tutti molto belli.

via | d.repubblica

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Costumi Leggi tutto