È stata presentata oggi la nuova collezione primavera estate 2021 di Dolce & Gabbana. È stato un evento per pochi (un poco allargato a 350 persone) che si è svolto al Metropol e la protagonista è la terra cui si ispirano sempre le creazioni del famoso brand.

Patchwork di Sicilia nasce come un inno all’unione e alla convivenza di culture diverse e un invito a ridare vita a ciò che è stato abbandonato, come hanno fatto loro ripescando dall’archivio alcuni pezzi di una collezione del 1992 e poi dando una serie di tessuti vari ad altrettante sarte, affinché ognuna raccontasse il suo modo di metterli insieme in modo diverso.

In questo contesto è stato introdotto un altro tema importante, la sostenibilità, perché il patchwork è un modo per riutilizzare i materiali, magari di vecchi vestiti. Proprio come suggerisce Stefano Gabbana:

“Prendi due magliette le taglie e le unisci, prendi un jeans lo tagli di lato, poi inserisci una striscia di tessuto, questo è patchwork ed è sostenibile, puoi ridare vita a ciò che è stato abbandonato”

E hanno aggiunto:

“Ci piaceva questa idea di non buttare, di mettere attenzione a questo momento speciale, anche per sottolineare che il messaggio è unire, non disgregare, stare insieme in questo momento globale, condividere e non sprecare. Noi non siamo degli intellettuali, ma avendo un’azienda sappiamo cosa vuol dire vivere e sopravvivere”.

Potrai quindi apprezzare nuovi jeans patchwork di tutti i tipi, felpe collage, caftani con soli, fiori, mosaici, soprabiti in broccato, nappe, passamanerie, piccoli boleri, gonne ampie, bermuda e stivali, completi pantalone con giacca dalle spalle importanti.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Fashion news Leggi tutto