Il taglio migliore per capelli corti e ricci

I capelli corti e i capelli ricci spesso non vanno d’accordo, ma il taglio giusto potrebbe sugellare un matrimonio d’amore davvero molto duraturo e stimolante.



State pensando di tagliare la chioma. Avete bisogno di cambiare, di guardarvi allo specchio e vedervi rinnovate. È umano, oltre che terapeutico. Toccare i capelli, però, non è mai una scelta saggia, soprattutto se sono molto grossi, crespi e ricci.

È molto importante consultarsi con un parrucchiere di fiducia, che sappia darvi dei consigli pratici. Non tutte le donne possono andare a farsi la piega tutte le settimane ed essere le vittime di un esperto maniaco del taglio può essere controproducente. Il professionista affidabile è colui in grado di valutare diversi aspetti: la forma del viso, la portabilità ma anche la praticità.

Dopo aver selezionato un hair stylist specializzato in capelli ricci, siete pronte per affrontare la scelta del taglio. Le vie di mezzo possono essere difficili da gestire, quindi se volete qualcosa di moderno ma anche di grande effetto prevedete un cortissimo, con leggero ciuffo davanti. Qual è il difetto? Da qui non si torna indietro, almeno senza qualche lacrima.

Va molto di moda, ed è un’ottima soluzione il taglio asimmetrico. In che cosa consiste? È corto dietro (può essere anche sfumato) e lungo davanti. In questo modo il peso del capello lascerà una sorta di piega e fare in modo che non si crei troppo volume. Ricordate che la chioma riccia va sempre nutrita: fate quindi degli impacchi di crema per contrastare il riccio. E se proprio non siete soddisfatte, esistono sempre le extension.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail