E se il mare si potesse indossare? I costumi da bagno ecosostenibili di Wat If

E se il mare si potesse indossare? È l’idea di Federica e Michela, fondatrici di Wat If: ecco i costumi da bagno ecosostenibili.

Siamo sempre più attente a ciò che mangiamo, come ci spostiamo, cosa acquistiamo e cosa consumiamo, cercando il più possibile di ridurre il nostro impatto sull’ambiente in un momento in cui non è più possibile negare l’evidenza. Il nostro pianeta sta soffrendo da troppo tempo e gli effetti di decenni di consumismo sfrenato, senza regolamentazioni e senza alcun rispetto per la Terra, sono più evidenti che mai: barriere coralline distrutte in modo irreparabile, temperatura in costante aumento, montagne di rifiuti che si spostano per gli oceani.

Dobbiamo fare di più in ogni possibile aspetto della nostra quotidianità: riparare, riutilizzare e dare nuova vita a cosa che qualche anno fa avremmo buttato. È proprio da questa idea che è partito l’ambizioso progetto di due sorelle romane, Federica e Michela, fondatrici di Wat If, azienda che punta a dare una nuova vita ai rifiuti che inquinano i nostri mari, dalla plastica alle reti da pesca. Come? Riciclando quei materiali per produrre costumi da bagno, bikini interi o bikini a due pezzi ecosostenibili e rispettosi dell’ambiente.

Il risultato è davvero strabiliante. Tutti i modelli ideati da Federica e Michela sono realizzati a mano in Italia usando due materiali: Econyl e Ecopower.

L’Econyl è un filo di nylon rigenerato, creato a partire da reti da pesca non più utilizzabili e da scarti di produzione tessile che sarebbero destinati allo smaltimento. Questo materiale ha le stesse caratteristiche del nylon e può essere ricreato e rimodellato all’infinito!

L’Ecopower, invece, è un tessuto in poliammide riciclato realizzato con filato Q-Nova. Si tratta di fibre ottenute riutilizzando materiali di scarto, scarti di produzione che sono rigenerato attraverso un processo meccanico che non prevede l’uso di materiale chimico e che limita l’emissione di C02 e il consumo d’acqua.

La collezione 2022 di Wat If debutta alla Swim Week di Miami

costumi wat if

Wat If si è affacciata al mondo della moda nel 2021 e in questo 2022 può già vantare la partecipazione a un prestigioso evento internazionale, la Swim Week che si terrà a Miami dal 13 al 18 luglio. Quella sarà l’occasione di presentare la collezione 2022 “METAMORFOSI“, composta da 5 modelli destinati al successo!

Caos, un costume da bagno double-face nero e oro. La fascia può essere legata sia al seno che al collo. Il modello dello slip è a fusciacca.

Scilla, un bikini a due pezzi turchese composto da reggiseno con ferretto e doppia spallina, slip modello a tenda regolabile.

Circe, un costume da bagno double-face nero e roccocò composto da mini trinagolo e slip a vita alta.

Eco, un elegante costume intero nero con schiena scoperta.

Narciso, un mutino a fantasia due pezzi formato da una maglia con manica lunga e slip a vita alta.

Tiny Island, la collezione d’esordio di Wat If

Questi, invece, sono i modelli della collezione d’esordio di Wat If, Tiny Island:

Eliseswim, un costume da bagno intero, rosa nero e bianco, con ampio scollo sulla schiena e chiusura a fiocco dietro al collo.

Plasson, un bikini intero con fantasia floreale, a manica lunga e schiena scoperta.

Bloom, un costume da bagno due pezzi, modello triangolo alto con ricamo a mano sotto il seno e slip americano fisso.

Ann, un costume da bagno a due pezzi, modello fascia monospalla con doppia scelta di slip: a vita alta e slip brasiliano con laccetto.