La sfilata Dolce & Gabbana primavera estate 2022 alla Milano Fashion Week

Dolce & Gabbana presentano la nuova sfilata primavera estate 2022 sulle passerelle del Milano Moda Donna, ecco le foto e il video ufficiale.

Dolce & Gabbana portano sulle passerelle milanesi la nuova collezione primavera estate 2022, un tripudio di positività e allegria che si traduce in lustrini, paillettes, cristalli e ricami. La collezione ha un titolo che dice tutto: Luce. È questo il titolo dello show, una parola, quattro lettere potenti che ci inondano di ottimismo e ci invitano a guardare avanti con positività.

La filosofia di Dolce & Gabbana è quella di sempre, i due designer guardano sempre avanti con positività, sono sicuri che fuori da ogni tunnel ci sia tanta magia. Per loro l’emergenza Coronavirus è archiviata ed è giunto il momento di riprendersi la vita, vestirsi bene, addobbarsi di lustrini e andare a divertirsi. Un modo di vivere che dovremmo adottare tutti, almeno un pochino, anche con toni più pacati.

Dolce & Gabbana sfilata primavera estate 2022

La collezione primavera estate 2022 di Dolce & Gabbana è ispirata a una vecchia linea estiva del 2000, sembra ieri eppure sono già passati 20 anni.

Della vecchia collezione Dolce & Gabbana hanno adottato lo stile e il mood dei capi, che hanno poi vivacizzato per renderlo contemporaneo e brioso. In passerella sfilano capi seducenti portati con molta naturalezza, come l’intimo in pizzo che va a sostituire i vestiti da sera, ma anche i bustini e le guêpières portati a vista e non come semplice lingerie.

Spazio ai pantaloni cargo, alle stampe militari vintage e alle mini gonne, ai jeans strettissimi portati con le giacche larghe, ai choker di diamanti e alle scarpe con il tacco a spillo altissimo.

Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno dichiarato:

“Lo avevamo fatto anche per la collezione maschile nel giugno scorso e lo ripetiamo ora per quella femminile: Luce. Perché siamo alla fine del buio totale e quindi luce vuol dire il glamour, la famiglia, i valori, lo stare insieme. Non ci siamo mai arresi alla pandemia, quindi la nostra luce è come accendere la positività, la vita, abbiamo voluto cancellare il buio di questi lunghissimi 18 mesi.

Ci è ritornato il ricordo della collezione del 2000. A dominare l’estetica di quegli anni era il minimalismo con i suoi greige, beige, grigio, che era l’annientamento della femminilità, della vanità e del sex appeal. Allora abbiamo reagito con una collezione che riportava l’allegria in passerella, la stessa che poi è arrivata nei negozi e sulle strade. Secondo una nostra ricerca, i capi iconici di quella collezione vanno a ruba nel mercato del vintage”.

Ultime notizie su Moda primavera-estate

Tutto su Moda primavera-estate →