Woolrich e la linea primavera estate 2022 a contatto con la natura

Presentata durante Milano Moda Uomo, la linea Woolrich per la primavera estate 2022 è in verità una collezione per lui e lei. In un video, il racconto dei capi e soprattutto della storia che c’è dietro la narrazione. Un mondo giovane, leggero e il bisogno di contatto, sia esso umano sia con la natura che

Presentata durante Milano Moda Uomo, la linea Woolrich per la primavera estate 2022 è in verità una collezione per lui e lei. In un video, il racconto dei capi e soprattutto della storia che c’è dietro la narrazione. Un mondo giovane, leggero e il bisogno di contatto, sia esso umano sia con la natura che ci circonda.

Il marchio, da sempre esempio di un ready to wear votato all’informalità e allo stile sportivo, non cambia direzione anche per la prossima stagione calda. La scelta del brand è sempre fedele alle origini quindi, dando ampio respiro non solo agli indumenti classici, ma anche all’accessorio per eccellenza di ogni look easy chic, il cappellino.

Modello da pescatore, in stampe grafiche studiate per andare in pendant con giacche e camicie, il cappello resta il complemento ideale di un outfit per scampagnate in compagnia. Altro dato interessante della collezione Woolrich è poi l’uso del mimetico, declinato in una versione del tutto nuova, con tonalità meno terrose, come l’arancio abbinato al petrolio per lui e il fucsia accompagnato al beige per lei.

Di certo la collezione funziona, il marchio è leggibilissimo dietro ogni look, lo stile è fresco e gioviale, le linee pulite e morbide. Insomma, Woolrich fa il compito e merita un buon voto, se pur non stupisce. La verità, trattandosi di una linea him her, forse si poteva osare di più con gli abiti.

Per lei abbiamo intravisto gonne lunghe e ampie e parka scampanati, ma sarebbe stato carino se ci fosse stato anche qualche vestitino fresco dal taglio boho. Un qualcosa che non mira a cambiare i connotati della collezione o dell’anima del marchio, però dona un tocco di femminilità in più ad una serie ancora una volta, forse, fin troppo mascolina.

Ma è il nostro modesto giudizio, neppure a dirlo.

I Video di Fashionblog