Federico Zaccone a Blogo: "Lo stylist è lo psicologo delle star"

Da Chiara Galiazzo a Laura Pausini passando per Adriano Celentano e Perturbazione: i look delle star raccontati a Blogo dallo stylist Federico Zaccone.

Se mi avessero detto che questo sarebbe diventato davvero il mio lavoro, non ci avrei mai creduto! Così mi dice Federico Zaccone, giovane stylist, che in pochissimi anni ha avuto modo di collaborare con grandissimi nomi della musica e della tv italiana da Laura Pausini a Barbara d'Urso. Il tutto a 26 anni non ancora compiuti. Se volete scoprire come ci sia riuscito e curiosare tra i segreti dei look delle star nostrane, vi riportiamo qui di seguito la nostra chiacchierata con Federico che vi accompagnerà in un piccolo grande viaggio dal Festival di Sanremo all'Arena di Verona facendovi conoscere più da vicino perfino Adriano Celentano...

Federico Zaccone: stylist delle star

Ciao Federico, cominciamo subito dall'oggi: di cosa, o meglio di chi, ti stai occupando in questo periodo?

Da qualche mese a questa parte sto lavorando con Chiara Galiazzo per la promozione del suo nuovo disco, Un giorno di sole. Fin da quando ci siamo incontrati per la prima volta, a giugno scorso, è nata subito una bella sintonia tra noi. Lei, oltre ad avere un talento eccezionale in campo musicale, è incredibilmente professionale: potrebbe benissimo fare l'ufficio stampa di se stessa, è così precisa! Sa bene che l'immagine è importante e cura ogni aspetto della sua carriera a 360 gradi: pensa che, di solito, mi manda le foto dei suoi look quando va in giro a fare interviste e io non posso seguirla. Nella vita è una persona semplicissima, si veste come la classica ragazza milanese "delle Colonne", quindi alla moda ma senza rinunciare alla giusta dose di originalità. Ho voluto conservare questo suo mood nel look della "nuova Chiara"...

Schermata 2014-10-16 alle 10.52.14

Quindi sei tu il "responsabile" dello sbarco della gonna nei look di Chiara?

Sì, se vogliamo proprio metterla così. Mi fa piacere che questa cosa sia stata notata, comunque. Diciamo che ho voluto darle un look più femminile ma senza snaturare quello che Chiara è: lei ha perso qualche chilo, sì, e questo ha reso possibile sperimentare un po' di più col suo look, ma se a lei non fossero piaciute le mie proposte, non ci sarebbe stato verso di fargliele indossare. Proprio per questo, come dicevo, è importante che ci sia sintonia tra stylist e artista. Altrimenti è molto più difficile collaborare insieme...

E ti è mai capitato che fosse "difficile" collaborare con qualcuno?
Guarda, in realtà no. Questo lavoro non è certo una passeggiata, ma per fortuna mi sono sempre capitati progetti splendidi con artisti meravigliosi sia dal punto di vista musicale che da quello umano. Certo, richieste "impossibili" ci sono sempre...

Tipo?
Ho collaborato ai costumi dell'ultimo show di Celentano all'Arena di Verona, Adriano Live, che è stato trasmesso anche su Canale 5. È stata un'esperienza incredibile e formativa soprattutto perché ha avuto dei ritmi allucinanti. Pensa che la coreografia di Yuppi Du non doveva essere fatta ma, praticamente in diretta, Celentano ha cambiato idea quindi noi del team di stylist abbiamo dovuto inventarci qualcosa in tempo zero per i ragazzi che sarebbero saliti sul palco con lui. Insieme alle sarte abbiamo tagliuzzato delle maglie in modo da creare dei look credibili e sensati in tempo zero. Missione compiuta, per fortuna. Sempre per lo stesso show ci ha chiesto di inventarci dei look da "vichinghi moderni", inizialmente mi sono fatto delle domande ma alla fine non era poi così impossibile, abbiamo fatto anche quelli e lui era molto soddisfatto del nostro lavoro...Meno male!

Schermata 2014-10-16 alle 11.10.30

Complimenti, ma come hai iniziato a fare questo lavoro? Qual è la prima artista di cui hai curato il look?

Ho frequentato un'accademia di moda qui a Milano e proprio attraverso questa scuola mi è arrivata la prima occasione lavorativa: sono stato scelto insieme ad un'altra ragazza per andare ad Amsterdam a curare il look delle comparse di tre video di Laura Pausini, ovvero Benvenuto, Bastava e Non ho mai smesso. Ho lavorato a stretto contatto con Laura, stiravo per lei ed ero un po' il factotum della situazione sui set. Laura non si discute, si ama: è una persona così semplice, umana e reale da farti quasi dimenticare che sia anche un'artista di livello internazionale. Una volta finita questa esperienza, già sull'aereo, non avevo dubbi: volevo fare proprio questo lavoro nella vita.

Schermata 2014-10-16 alle 10.56.31

E ce l'hai fatta, direi...

Sì, ma devo tutto a Nicolò Cerioni degli Sugarkane. Lui e Leandro Emede curano il look di alcuni degli artisti italiani più celebri da Laura Pausini (grazie a loro la seguo anche a La Voz Mexico) ad Emma Marrone passando per Jovanotti con cui spero, prima o poi, di collaborare anche perché lo styling maschile mi affascina. È un campo di lavoro interessante soprattutto perché spesso un po' trascurato. Voglio dire: se pensi a Jovanotti, ti viene in mente la giacca dorata che aveva nel suo ultimo tour, ma non tutti gli artisti italiani hanno un'immagine così forte. Ed è un peccato perché, obiettivamente, spettacolo si fa a 360 gradi, non "solo" con la musica.

E di chi ti piacerebbe occuparti sul fronte italiano e internazionale?
Mi piacerebbe curare il look di Tiziano Ferro e, potendo sognare, a livello internazionale mi occuperei volentieri degli One Direction. Loro sono un gruppo, dev'essere una bella sfida!

Ma, in caso, non sarebbe la prima volta che ti occuperesti di una band...
No, effettivamente ho curato il look dei Perturbazione all'ultimo Sanremo e ancora collaboro con loro. Nel gruppo ci sono sei persone, cinque uomini e una donna, è stata un'occasione incredibile perché non dovevo più occuparmi dell'outfit di un singolo, ma dare un senso ai look di più persone, facendo in modo che non stonassero gli uni con gli altri. C'è stato moltissimo lavoro da fare! Pensa che, quando ci siamo incontrati per la prima volta, uno di loro mi ha detto: "Senti, quelle che ho addosso sono le uniche scarpe che ho, perché non me lo posso tenere sempre?".

Schermata 2014-10-16 alle 10.51.51

Il Festival di Sanremo deve essere stata una grandissima occasione, ma non è l'unica volta che hai lavorato per la tv, giusto?

No, mi sono occupato, tra le altre cose, anche di Mistero e dei look di Barbara d'Urso a Domenica Live. L'ho fatto per un'intera stagione come assistente di Anahi Ricca, la stylist di Barbara nonché di Maria de Filippi e altre star della tv italiana. Ogni venerdì sera partivo da Milano, arrivavo a Roma con mille sacchi pieni di vestiti e risalivo sul treno verso casa la domenica, sempre coi sacchi perché quei vestiti andavano naturalmente restituiti. Molto faticosa, certo, ma altrettanto formativa come esperienza. Barbara è una professionista incredibile e sa benissimo quello che vuole. I tempi televisivi sono molto più serrati rispetto a quelli che servono per la produzione di un videoclip, ad esempio, quindi ho imparato ad essere più veloce, a reggere la tensione...

Ecco, quali caratteristiche deve avere un aspirante stylist per sperare di poterlo diventare davvero?
Ci vuole pazienza, tantissima pazienza. E poi predisposizione mentale alla fatica fisica. Molti pensano che fare questo lavoro significhi andare agli eventi e conoscere artisti fighissimi. Certo, c'è anche questo ma è solo una faccia della medaglia. Bisogna imparare a non farsi prendere dal panico per le scadenze e, soprattutto, non far pesare mai nulla agli artisti. Anche se una loro decisione rischia di ritardare il lavoro fatto fino a quel momento, è necessario accettarla, non è possibile rivoltarglisi contro. Magari hai lavorato tanto per far loro avere un vestito che improvvisamente non vogliono più mettere ma va bene.  Lo stylist è anche un po' lo psicologo del personaggio di cui si occupa. Deve entrare in sintonia con lui, capirlo...

E non mandarlo mai a quel paese?
Esatto! (ride, ndr).

E ora vi lasciamo con la nostra gallery: troverete moltissime foto dei look a cui Federico ha collaborato e qualche immagine che arriva dritta dritta dai backstage...



Federico Zaccone: stylist delle star

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 211 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO