Il nuovo logo di Zara tra ironia e strane tendenze

Il colosso fast fashion Zara lancia un nuovo logo che divide la rete e i clienti? Più essenziale o troppo confusionario?

Zara ha cambiato logo, i più attenti se ne saranno già accorti perché nella campagna pubblicitaria primavera estate 2019 è stato già utilizzato. A tutti quelli che, impegnati tra saldi e regali di San Valentino, non se ne sono accorti, vi raccontiamo tutto noi… Zara è un marchio spagnolo che è stato fondato nel 1975 da Amancio Ortega, nella sua storia lunga 44 anni, il logo è stato cambiato solo una volta, nel 2010 quando le lettere che compongono sono state semplicemente distanziate un po’. Niente stravolgimenti quindi, solo un piccolo restyling.

Stavolta il logo è cambiato abbastanza, e se prima hanno scelto di aumentare lo spazio tra le lettere, stavolta hanno fatto l’esatto opposto. Il font è lo stesso ma lo spazio tra le lettere è diminuito al punto che le lettere si sono un po’ intersecate tra loro.

Il logo è stato creato dall'agenzia pubblicitaria Barons & Barons, che evidentemente ama alla follia questo tipo di font, dato che lo ha proposto anche per la rivista di moda Harper's Bazaar. L’ironia sui social non si è fatta attendere, c’è chi su Twitter ha già predetto il nuovo logo per il 2027: uno scarabocchio con le lettere tutte una sopra l’altra!

Il nuovo logo non convince e devo dire che nel complesso è molto meno leggibile, l’intersezione tra le lettere non è il massimo, soprattutto nella parte finale dove R a A si intrecciano e il “RA” somiglia abbastanza a un “BA”… ZABA.


Il nuovo logo Zara va controcorrente, perché ultimamente le case di moda più famose hanno fatto un restyling dei loro loghi… e sembrano tutti uguali! Messi a confronto sono tutti delle varianti - per di più poco personalizzate – del sans-serif.

Voi che ne pensate. Il nuovo logo Zara è promosso o bocciato?

Foto | bloomberg.com

  • shares
  • +1
  • Mail