Look Capodanno: osare o usare?

Qualche piccolo suggerimento sugli accessori che possiamo osare e quelli che dobbiamo usare.



Tolta la licenza poetica concessami per il gioco di parole iniziale, ci tenevo a darvi qualche personalissimo consiglio sul look style per questi prossimi eventi che vi vedranno coinvolti in cene, gala o similari in occasione del capodanno.
Come già vi ho consigliato qualche ora fa, non fate mancare un intimo rosso: un tocco di fortuna non ha mai fatto male a nessuno, magari indossatelo prima di scegliere cosa metterci sopra, potrebbe darvi una mano ed un tocco di “science enfuse”. Bando alle battute, sicuramente abbiamo visto spesso milioni di paillettes e lustrini in giro per questo genere di cene: forse hanno fatto il loro corso storico, sono, infatti circa trent’anni che se ne vedono di ogni colore e direi che si può passare oltre. Stesso discorso vale per mini abitini e tessuti genere sete o cotoni leggeri con stampe floreali, a meno di non festeggiare il veglione alle Bahamas a 50° ed a 20 metri dal mare e sarebbe un po’ inopportuno gustarsi oltre ad un canard flambè anche l'equivalente epidermico delle più freddolose. Volete il lucido? Concedetevelo sugli accessori, scarpe e pochette, magari in coccodrillo o pitone, fanno sempre un figurone senza diventare eccessivamente luminose, per quello ci sono i fuochi d’artificio ed i botti.

Cena di Gala? La parola stessa presuppone eleganza e soprattutto l’abito lungo, tassativo se magari sull’invito trovate la dicitura “cravatta nera”, che per l’uomo non vuol dire vestirsi da becchino ma con un comunissimo smoking. Anche qui signori maschietti, un po’ di fantasia non fa mai male, lanciatevi pure in calzini, fasce e papillon un po’ originali, magari recuperate qualche vecchio vestito di paillettes delle signore mogli, come papillon potrebbero esser carini e spiritosi.

  • shares
  • Mail