Ritratto di stilista: Italo Zucchelli, direttore creativo di Calvin Klein si confessa su Billboard

Da dieci anni pieni, lo spezzino Italo Zucchelli è l'estro che alimenta e difende il successo di Calvin Klein, uno dei brand leggendari della moda made in New York.

[embed1]

In un vecchio articolo forse degli anni '60, Gianna Manzini, scrittrice per passione e giornalista di moda per necessità, scriveva e ponderava con la sua solita eleganza ed arguzia sulla figura del disegnatore, sulla sua evoluzione, su quel suo ruolo sempre più brillante che non ruotava più come un tempo attorno ad un taglio di stoffa, ad uno scampolo rosso fuoco od azzurro cielo, bensì ad un idea, ad una passione, ad un moto del disegnatore, totalmente svincolati dalla pezza (tweed o seta poco importa) che gli baluginava davanti agli occhi in quel momento.

Italo Zucchelli, da dieci anni tondi direttore creativo di Calvin Klein, incarna oggi alla perfezione la figura dello stilista, nata proprio da quell' evoluzione. Da quel mutamento sottolineato così sagacemente dalla grande scrittrice toscana sulle pagine di "La fiera Letteraria" quasi cinquant'anni fa.

Calvin Klein Collection: Runway - Milan Fashion Week Menswear Spring/Summer 2013

Nell'intervista rilasciata a Billboard (che finalmente ci permette di conoscere meglio questo italiano di La Spezia che trionfa da tempo ormai nella fashion scene d'oltreoceano), Italo Zucchelli parla dei suoi anni londinesi, della sua scoperta di David Bowie, della sua attuale ammirazione per il cantante inglese King Krule e naturalmente del lavoro svolto per Calvin Klein, dove con successo ha saputo fondere elementi diversi, puntando sulla tecnologia, tessuti innovativi e disegni avveniristici.

Uno stile che ha affascinato cantanti e musicisti di grido come Kanye West e soprattutto Drake, incontrato per caso ad una festa e con cui è poi nata una bella (e nota) collaborazione (prestate attenzione, mi raccomando, alla t-shirt tutta cielo e nuvole dell'intervistatore è lì infatti che giace la chiave del mistero).

Via | Billboard

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail