La collezione uomo Komakino per l'autunno inverno 2014 2015, lo stile militare è di moda

L'impronta è forte e militare. Komakino fa rimbombare attorno a noi i passi decisi dei soldati in marcia. Trench di pelle nera, scarponi scuri e outfit con fantasie camouflage dominano la sua collezione per l'autunno inverno 2014 2015. Davvero poche le eccezioni.

Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015

Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015
Lo stile militare per l'uomo Komakino autunno inverno 2014 2015

Lo stile militare spesso filtrato, aggiustato e rivisto secondo dettami e criteri di un estro tutto personale in queste ultime stagioni sta andando a gonfie vele. Intere collezioni ne hanno subito con gradazioni diverse il fascino. Passando in rassegna la sua collezione per l'autunno inverno 2014 2015 non vi è dubbio che Komakino lo abbia abbracciato con grande entusiasmo. Dai trench di pelle nera stretti in vita agli outfit dalle fitte e minuscole fantasie camouflage, dai bomber con tasche sulle maniche agli scarponi scuri; tutto sembra ruotare ossessivamente intorno alla stile marziale. Non manca neppure il tocco che inquieta. La nota che stona. Il dark che serpeggia.

Tuttavia la collezione aggiunge qui e là anche qualche pezzo più leggero, una pennellata di colore (ora rosso mattone, ora blu elettrico) nonché un invito (che ci pare poco credibile) al sorriso. Così accanto ai soprabiti severi in pelle rigorosamente scura si aprono faticosamente un varco anche camicie a doppia tinta, cappotti con accenti colorati ed abiti a giacca sui campeggia un'immagine delineata in bianco. L'impressione globale è naturalmente quella di trovarsi di fronte ad una collezione che vuole essere alternativa a tutti costi, uscire come può dal cosiddetto mainstream, abbracciare uno stile che rompa i margini od il seminato e balzi vistosamente sopra le righe.

Un tentativo che non sempre riesce e non sempre risulta convincente. La domanda è lì che ci sogguarda. Ci sollecita. Una rottura di maniera, che cavalca una moda? Oppure reale, sentita nel profondo? Impossibile però dare (come del resto accade spesso) una risposta unica. Una risposta certa.

  • shares
  • Mail