Roberto Cavalli, si ritirano i compratori: no all'accordo con Investcorp

Terzo accordo sfumato per la vendita di una quota della società di Roberto Cavalli, dopo le offerte del passato da parte di altri gruppi di investimento.

La vendita del marchio Roberto Cavalli prosegue con una saga che non vede soluzione di continuità, ma a farne spese è la stessa azienda: dopo oltre un mese di trattative e rumors che davano quasi per certa la cessione, l'araba Investcorp del Bahrein, che già 15 anni fa comprò e rilanciò Gucci prima della successiva vendita a LVMH, ha rinunciato all'offerta di investimento sul marchio di Roberto Cavalli in data 30 Giugno, lasciando sfumare l'accordo.

La casa di moda ha poco appeal e c’è una discrepanza tra il prezzo richiesto dal venditore e la valutazione di Cavalli secondo il potenziale compratore

è stata la dichiarazione di alcune fonti vicine agli investitori di Investcorp, che hanno lasciato ad intendere come la richiesta avanzata dal marchio Roberto Cavalli sia stata giudicata troppo onerosa dal fondo arabo; inoltre, stando agli analisti del mercato finanziario, la potenza del marchio è ancora troppo debole nel grande mercato della Cina e degli altri paesi emergenti dell'area orientale, che non apprezzano molto le linee guida del marchio.

Roberto Cavalli - Runway - Milan Fashion Week Menswear Autumn/Winter 2014

Altri rumors evidenzierebbero lo scontento degli investitori di fronte alla figura dello stesso Roberto Cavalli, deciso a non mollare del tutto il controllo della sua stessa maison, come spiegano le fonti.

Altri investitori avrebbero già fatto una mossa. Perché starebbero aspettando dopo che i fondi di investimento sono già giunti alle loro conclusioni?

Già in primavera l'accordo con il gruppo americano Permira era sfumato per questioni economiche, perchè la richiesta di 450 milioni di euro non aveva incontrato il favore del marchio, che l'aveva giudicata poco onorevole: in casa Cavalli non si è nuovi a tentativi di cessione, tanto che le proposte di vendita risalgono addirittura al 2008 -sempre a Permira- e poi al 2009 al Clessidra Group, fino al nuovo e mancato accordo con Investcorp.

Né dalla maison fiorentina né dal gruppo di investimento del Bahrein sono state rilasciate dichiarazioni approfondite in merito.

Via | Reuters

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail