Le sfilate sono un tabù? Una guida (per principianti) per accedere agli appuntamenti della Milano Fashion Week

Amate la moda ma non avete mai assistito ad una sfilata? Fashionblog vi spiega come ottenere accrediti e inviti per gli appuntamenti fashion più attesi d'Italia.

Non manca poi molto a settembre quando si aprirà una delle settimane della moda più attese dell'anno, la Milano Fashion Week 2015 dove saranno svelate in anteprima tutte le collezioni della moda donna dei fashion brand per la primavera estate 2015. Chi sia mai andato ad una sfilata o abbia almeno mai dato un'occhiata alla folla assiepata fuori la location di una passerella, saprà bene che avere i permessi per accedere alle sfilate è davvero un'impresa. A volte non basta nemmeno dimostrare di far parte della stampa, tesserino a mano, ma è necessario passare tutta una procedura per sperare, forse, di ottenere i tanto sospirati inviti.

Versace: Milan Fashion Week Womenswear Autumn/Winter 2011

La maggior parte degli inviti sono strettamente personali, inviati direttamente dagli uffici stampa a giornalisti, fashion blogger o personalità del mondo dello spettacolo che con molta probabilità siederanno in prima fila; se invece fate parte delle prime due categorie è probabile che vi tocchino i posti "standing", ovvero in piedi.

Molte volte, invece, gli inviti arrivano alle redazioni e sarà poi compito dei direttori decidere quali collaboratori andranno ad assistere alla sfilata; in questo caso, quindi, se fate parte della stampa e affini ma non siete un nome noto avrete delle possibilità per accedere.

Un passo molto importante è sicuramente quello di visitare il sito della Camera della moda - occhio alle tempistiche, mai farlo all'ultimo! - e compilare il form per richiedere l'accredito: ricordate che dovete essere comunque giornalisti, professionisti o pubblicisti, e blogger di moda - in questo caso, se avete un sito personale, dipenderà molto dal suo traffico mensile e visibilità.

Riuscire ad entrare in questo elenco vi darà diritto a non pochi vantaggi, ecco quali:


  • far parte della lista che verrà inviata a tutti gli uffici stampa delle case di moda in calendario (da questo potete dedurre che esservi accreditati non vi darà automaticamente la possibilità di accedere ad ogni sfilata, dipenderà molto dai brand stessi!)

  • ricevere in anticipo l'elenco dei contatti stampa personalizzati dei marchi presenti in calendario

  • usufruire gratuitamente delle attrezzature (PC, telefoni, accesso a internet) e dei servizi offerti durante la manifestazione nella Sala Stampa in Via G.Morone 6

  • usufruire gratuitamente del servizio navette per gli spostamenti tra una sfilata e l’altra

  • accedere gratuitamente al catering in sala stampa in Via G.Morone 6


Insomma, ci sono davvero tantissimi vantaggi, peccato che l'ultima parola spetti sempre alle griffe e far parte delle categorie sopracitate non assicuri granché. Basta dare un'occhiata ai blogger dai look super eccentrici che cercano di farsi notare pur di entrare alle sfilate: l'accesso non è per tutti!

Ovviamente ci sono anche gli accrediti per i buyer, altro personale specializzato che partecipa alle manifestazioni di moda; in questo caso la procedura è tutta online ed è gestita interamente dalla Camera della moda, ma bisogna comunque avere un referente che appartenga al mercato della moda.

Per tutti gli altri, invece, la sfida si fa ancora più ardua: è triste dirlo, ma alla Milano Fashion Week se non sei nessuno non entri alle sfilate. Visto il caldo può accompagnare la fine di Settembre o l'umidità di Febbraio, mettersi in fila per cercare di partecipare tra il pubblico a tutti i costi non è davvero consigliato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail