Manichini troppo magri da Primark, le lamentele di una cliente cambiano le vetrine

Su segnalazione di una cliente via Twitter, il marchio di abiti low cost ha rimosso da uno dei suoi negozi un manichino cui si vedevano le costole.

Primark di nuovo sotto i riflettori, ma non per motivi di collezioni di moda: dopo la storia delle etichette cucite nei vestiti che, secondo quanto sostenuto dall'azienda, si sono rivelate una bufala (mentre sul biglietto d'aiuto in cinese trovato in altri pantaloni è stato messo tutto sotto silenzio), il marchio di moda low cost inglese si è trovato al centro di una piccola polemica, stavolta a proposito dell'antica questione dei manichini troppo magri e troppo lontani dalle reali forme delle donne.

Alla visione di una vetrina Primark dove era esposto un manichino decisamente oltre la normale magrezza, una cliente del marchio ha scritto un messaggio su Facebook caricando una fotografia del negozio incriminato e indirizzandolo con il tag proprio a Primark.

BtndUQxIcAAPmy5

Cara @Primark, è davvero necessario che questi nuovi manichini abbiano le costole sporgenti? E prima che qualcuno dica che sto criticando la magrezza, non lo sto facendo: vorrei solo vedere manichini in forme e taglie diverse in tutti i negozi, invece di lasciare che le ragazze giovani pensino che è l'unico modo di essere.

Il messaggio è stata còlto da ben oltre mille condivisioni (attualmente duemila) sempre più infuocate e veementi contro l'azienda, catturando l'attenzione della stessa Primark che ha chiesto segnalazioni in merito a dove fosse stata scattata la fotografia.

Grazie per avercelo mostrato. Parleremo con il nostro staff domani. Puoi farci sapere quale negozio fosse, per favore?

A quanto pare dopo la segnalazione la catena di negozi ha cambiato prontamente la vetrina dello store, comunicandolo sempre via Twitter ai clienti: i manichini troppo magri saranno comunque utilizzati ma in altri modi (forse, semplicemente con più vestiti addosso) per venire incontro anche alle esigenze delle ragazze skinny, che in ogni caso esistono e sono comunque una buona fetta di mercato per l'azienda inglese. In un momento d'oro per le modelle curvy e con sempre maggior attenzione ai disturbi alimentari e alle ragazze troppo magre in passerella, Primark ha saputo abbozzare un errore che poteva davvero trasformarsi in un infinito vespaio.

Non è la prima volta che un marchio di abiti si trovi a dover fronteggiare un polemiche per i manichini troppo magri: di recente è successo anche a La Perla, con il ritiro dei manichini dalle vetrine di New York, a Zara e Gap.

Via | Daily Mail

Foto | Twitter

  • shares
  • Mail