Seguici su

Fashion news

Zara, polemica per la maglia da bimbi con la stella di David

L’azienda spagnola è nell’occhio del ciclone per una maglietta della collezione kids che riporta un simbolo troppo simile a quelli dell’Olocausto.

Aggiornamento ore 16.30
Sul sito di Inditex, il marchio che distribuisce il brand Zara, è apparso un comunicato che vi riportiamo in traduzione:

    Zara Kids ha rimosso una maglietta per bambini dai suoi negozi e dal sito. La maglietta ritirata era ispirata dai classici western americani ed è stata tolta dalla circolazione a causa della potenziale somiglianza con la Stella di David che è stata utilizzata come stella gialla ornamentale. Zara ha rilasciato un comunicato di profonde scuse sui propri profili social.

    Il capo è stato reso disponibile solo per poche ore e le vendite della maglietta sono state marginali. I capi verranno distrutti in modo affidabile.

    Inditex vorrebbe ricordare il proprio massimo rispetto per tutte le culture e le religioni. Il gruppo è un’azienda dove persone di 180 nazionalità differenti lavorano insieme, rappresentando tutte le culture, le razze e le religioni del mondo moderno. Inditex è orgogliosa della propria diversità culturale. In aggiunta, il rispetto e la dignità caratterizzano i principi che guidano e definiscono i valori dell’azienda. Il gruppo condanna e rifiuta ogni forma di discriminazione.

27 Agosto
Una maglietta da bambini a righe con una stella a sei punte sul lato sinistro del petto ha messo nei guai l’azienda spagnola di Zara: l’accusa mossa dagli utenti e dai consumatori è quella dell’eccessiva somiglianza con i pigiami a righe che venivano imposti ai prigionieri nei campi di concentramento tedeschi durante l’Olocausto. La maglietta è stata messa in vendita sullo store online della Svizzera, scatenando i commenti online.

Zara sta continuando a difendersi via Twitter scusandosi in più lingue per l’associazione con l’infausto capo di abbigliamento, cercando di spiegare che in realtà l’ispirazione della stella veniva da quella degli sceriffi: solo che quelle erano a cinque punte, perché la stella a sei è quella di David, simbolo stesso dell’ebraismo.

In effetti le immagini lasciano ben poco all’immaginazione: la stella a sei punte è stondata come quelle degli sceriffi, ma l’applicazione su una maglietta a righe e il colore giallo intenso sono veramente troppo simili a quelle che venivano fatte cucire sui pigiami dei campi di concentramento durante la Seconda Guerra Mondiale. Il richiamo è sinistro, se ci passate il commento.

L’azienda spagnola ha eliminato definitivamente la maglietta dai propri store online e sta procedendo al ritiro nei negozi fisici: li abbiamo contattati per avere dichiarazioni e siamo in attesa di una risposta.

C’è anche chi, nell’indignazione, usa il sarcasmo per sottolineare l’assurdità di un’abbinamento troppo simile a quelli che la Storia ci ha consegnato come abiti di una sopraffazione:

Via | Dagospia

Foto | Twitter

Leggi anche

donna in lingerie donna in lingerie
Fashion news2 giorni ago

Evoluzione della lingerie: storia e tendenze attuali

Da indumenti funzionali a capi di moda e seduzione, ripercorriamo la storia della lingerie. L’evoluzione della lingerie nel corso dei...

Sneakers scarpe da ginnastica esposizione negozio Sneakers scarpe da ginnastica esposizione negozio
Brand e Case di moda4 giorni ago

Scarpe Reebok: scoprite l’ultima collezione!

Le sneakers di tendenza ridefiniscono stile e comfort, conquistando moda e sport con design innovativi. Quando si nomina Reebok, si...

Occhiali da sole Ray Ban Occhiali da sole Ray Ban
Fashion news1 settimana ago

Lo stile inconfondibile Ray-Ban: gli ultimi modelli di occhiali Ray-Ban da donna

Ray-Ban è da sempre sinonimo di stile e iconicità nel mondo degli occhiali da sole. Con il suo inconfondibile design...

ragazza streetwear ragazza streetwear
Fashion news1 settimana ago

Dalla strada alla passerella: l’impatto dello streetwear

Che impatto ha avuto lo streetwear sulla moda contemporanea? Vediamo la sua evoluzione. Negli ultimi anni, lo streetwear ha conquistato...

Moda made in Italy, etichetta con bandiera dell'Italia Moda made in Italy, etichetta con bandiera dell'Italia
Abbigliamento1 settimana ago

Maestria sartoriale del made in Italy: tra tradizione e innovazione

Il processo di produzione di un capo di abbigliamento made in Italy di lusso si snoda attraverso una pluralità di...

Abiti da cerimonia Angelico coppia che cammina Abiti da cerimonia Angelico coppia che cammina
Brand e Case di moda2 settimane ago

Eleganza, stile e gusto contemporaneo nelle collezioni da cerimonia Angelico

Le proposte del marchio Angelico per la moda da cerimonia in occasione della bella stagione: eleganza, gusto contemporaneo e qualità...

smartwatch smartwatch
Fashion news2 settimane ago

Tecno-moda: innovazioni tecnologiche che stanno cambiando il fashion

Dalla produzione alla vendita ecco come l’innovazione tecnologica sta cambiando il settore della moda. Negli ultimi anni, l’industria della moda...

Ragazze in spiaggia con costumi da bagno Ragazze in spiaggia con costumi da bagno
Accessori3 settimane ago

4 tendenze di costumi da bagno che domineranno questa stagione

Con l’arrivo della stagione estiva, il panorama della moda balneare si rinnova introducendo stili audaci e innovativi. Per il 2024,...

abiti alla moda appesi abiti alla moda appesi
Fashion news3 settimane ago

L’influenza della musica sulle tendenze di moda

Dagli anni ’50 ad oggi vediamo come la musica ha influenzato il mondo della moda. La moda e la musica...

Shopping online Shopping online
Abbigliamento4 settimane ago

Perché sempre più persone preferiscono fare shopping online

Dopo la pandemia, soprattutto, il numero di persone che scelgono di fare acquisti online è aumentato notevolmente. C’è stato un...

Scrivania con computer e disegni di moda Scrivania con computer e disegni di moda
Fashion news4 settimane ago

Fashion blogging: come avviare un blog di successo nel 2024

In questo articolo, ti guideremo attraverso i passaggi necessari per avviare un blog di successo nel 2024. Negli ultimi anni,...

studio di design studio di design
Fashion news1 mese ago

Dietro le quinte: interviste esclusive con designer emergenti

Conosciamo meglio le persone dietro i prodotti che vediamo sul mercato grazie a quattro interviste speciali. Il mondo del design...