La differenza tra Prada e Miu Miu? La spiega Miuccia

La stilista italiana ha raccontato in esclusiva al magazine americano System cosa differenzi realmente i due brand da lei disegnati, in un divertente articolo giocato sulle contrapposizioni.

Che Miu Miu stia vivendo un buon momento di crescita non lo dicono solo le star che sfoggiano le creazioni particolari di Miuccia Prada, ma anche e soprattutto i mercati finanziari che registrano le vendite dei capi attorno al mondo; nel 2015 il brand "giovane" di casa Prada lancerà anche il suo primo profumo, a dimostrazione della capacità di conquista delle sue linee e collezioni.

Brand giovane, insomma, ma sempre legato alla casa madre a doppio filo; in cosa consiste la differenza sostanziale tra Miu Miu e la principale Prada? È una domanda abbastanza importante visto che moltissimi stilisti presentano distinte linee che si differenziano in base a prezzo e fascia di mercato, come Marc by Marc Jacobs e Marc Jacobs, o McQ e Alexander McQueen per citare le più celebri (ma potremmo aggiungere anche Dolce & Gabbana e D&G, See by Chloé e Chloé, e quanto altro), mentre Miu Miu e Prada sembrano non guardare approfonditamente a questi parametri.

Italian fashion designer Miuccia Prada a

A dare una risposta ci hanno provato i ragazzi delmagazine americano System, che hanno pensato di rivolgere direttamente alla titolare del marchio la cruciale domanda: cosa differenzia Prada e Miu Miu? Miuccia Prada non si è fatta pregare e ha spiegato nel dettaglio di un comunicato quale sia la sostanziale distinzione tra i suoi due brand.

Per me disegnare è un processo molto complesso. Ci sono molte idee che voglio esprimere in un singolo oggetto, e molto spesso sono contraddittorie. Il processo creativo di Miu Miu è completamente diverso da quello di Prada. Miu Miu non è così complicato e pensato quanto Prada. Più che essere giovane, Miu Miu è immediato. Prada è davvero sofisticato e ponderato, Miu Miu è molto più naif. La soluzione, quando lavoro su Miu Miu, deve arrivare immediatamente, istintivamente, spontaneamente con qualunque cosa sia disponibile al momento. Se ci penso tre volte, mi fermo.

SYSTEM4-Prada-MiuMiu-BOF-1-656x427

Ad accompagnare questa dichiarazione di intenti di Miuccia Prada, che sottolinea in maniera inequivocabile la sua stessa concezione dei marchi da lei guidati, c'è il servizio fotografico curato dal consulente di Prada Olivier Rizzo e fotografato da Willy Vanderperre che mostra proprio come lo stile di Prada venga completamente stravolto in Miu Miu, nonostante le ispirazioni possano essere spesso le stesse.

Un modo divertente e insolito di entrare nel processo creativo di uno stilista, dandogli modo di spiegare come e cosa lo aiuti a creare le differenze tra le sue linee di moda: chissà cosa penseranno i colleghi di Miuccia Prada della sua spiegazione? Saremmo proprio curiosi di saperlo.

Via | Business Of Fashion

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail