Paris Fashion Week, il manifesto femminista di Christian Dior per la collezione primavera estate 2018

Il manifesto femminista di Christian Dior per la collezione primavera estate 2018 ha sfilato alla Paris Fashion Week.

Christian Dior ha aperto in grande stile la Paris Fashion Week con una collezione primavera estate 2018, ispirata alla De Saint Phalle. Su una maglietta a righe, che apre la sfilate, trionfa la frase «Perché non ci sono state grandi artiste?». È tratto dal libretto/manifesto di Linda Nochlin nel ’71 e Maria Grazia Chiuri si interroga così sugli stereotipi di genere e dà voce alle sue idee attraverso i suoi vestiti. È sicuramente un manifesto femminista, in linea come quello di Miuccia Prada.

Come lo fa? Sicuramente donando una certa femminilità agli abiti, ma dimenticandosi il concetto di sexy in senso stretto. Ecco quindi spuntare capi e accessori, utilizzati soprattutto da uomini, come il cappello da ferroviere, il basco da partigiano francese, lo stivale di rete vagamente militare. Al Corriere della sera ha commentato:

“Sono più che convinta che non è la moda che cambia, né tantomeno noi stilisti che cambiamo le linee. Sono le donne che cambiano. C’è qualcosa di sbagliato nel pensare che l’immagine che il fashion dà sia quella giusta. Il fisico delle modelle per esempio. Nessuna ragazza dovrebbe ambire a essere così. Loro sono professionisti, lo fanno di mestiere e costituzionalmente hanno la taglia giusta, ma ognuna poi è libera di essere quello che è e gli abiti devono solo regalare gioia e non frustrazione”.

Eleganza
7.5

Originalità
7

Tavolozza di Colori
7.5

Sensualità
7

Vestibilità e taglio
8

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail