Milano Fashion Week: il minimalismo lussuoso di Jil Sander per la primavera-estate 2020

A Milano Jil Sander porta in scena un minimalismo che ruggisce. Un rigore che rompe - graziosamente- i propri stereotipi.

Il minimalismo di Jil Sander sembra mettere (graziosamente e senza mai strafare) il piede sull’acceleratore. La sua donna per la primavera-estate 2020, presentata a Milano Fashion Week, si lascia tentare da dettagli lussuosi ed iper-femminili come il pizzo che ora orna il lungo spacco di una gonna chiara, ora contorna con elegante nonchalance uno scollo.

Non ci sono tentennamenti: lo sguardo soccombe subito e volentieri al fascino di questa essenzialità che ruggisce, che affronta il sole con poetici blu oltremarini, bianchi abbaglianti e fantasie squisitamente estive che fanno improvvisamente capolino da un irresistibile mise tutta smanicata o da una semplice giacca.

Nulla in questa collezione ci appare fuori posto, lontano o freddo. Una dimostrazione chiara e netta di come il rigore se ben raccontato e coltivato possa dare frutti superbi e succosi. Frutti pronti a lasciare sulle nostre labbra un gusto indimenticabile.

Eleganza
8

Originalità
7

Tavolozza di Colori
7

Sensualità
7

Vestibilità e taglio
7

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail