I giochi di colore di Giambattista Valli a Paris Haute Couture primavera estate 2020

I maxi volumi, i colori, lo stile esuberante e glamour di Giambattista Valli arrivano alla Paris Haute Couture

Non chiamiamola presentazione, signore e signori, perché la maison Giambattista Valli se ne potrebbe avere a male. Nel primo giorno di Paris Haute Couture va infatti in scena una vera e propria mostra di abbigliamento, che ha come protagonista la collezione di alta moda del marchio per la primavera estate 2020. E insomma, scusate se è poco.

L'hotel parigino Shangri La si è trasformato, per una manciata di ore, in una sorta di museo, nel quale manichini longilinei e coloratissimi, hanno sorretto i voluminosi abiti da salone delle feste. Il brand parigino e il suo direttore creativo italianissimo, che ha concesso il suo estro anche a collaborazioni "popolari" con H&M, ha creato un percorso visivo d'impatto, dove i vestiti erano anche la scenografia.

Questa collezione di haute couture non si discosta dall'avvolgente e pomposo stile Giambattista Valli, con grandi e scenografiche code, plissé, rouches, drappeggi e tanto tessuto. Non manca il colore, né manca l'originalità, ma soprattutto non manca la tridimensionalità. La linea non stupisce, ma colpisce.

Eleganza
7

Originalità
7.5

Tavolozza di Colori
9

Sensualità
7

Vestibilità e taglio
7

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail